Domenica, 19 Agosto 2007

Inno di Paularo

Testo di Ciro Di Gleria su musica di Florian Pedarning.

 

Cassű in tas monz (quassů in questi monti)
tal cűr da alte Cjargnie (nel cuore dell’alta Carnia)
al č un paîs cun dut il so splendôr (c’č un paese con tutto il suo splendore)
la int cujete e laboriôse (la gente quieta e laboriosa)
pal mont si ŕ simpri fat onôr (per le montagne si č sempre fatta onore)
Il marangon, il muradôr e il fâri (il falegname, il muratore e il fabbro)
il boscadôr, il guo e il cjaliâr (il boscaiolo l’arrotino e il calzolaio)
dut chest ingegn al conte la sô stôrie (tutto questo ingegno racconta la sua storia)
nou sin cjargnei, sin di Paular (siamo della Carnia, siamo di Paularo)
Simpri in tas monz, tal vert e l’arie frescje (sempre sui monti, all’aperto all’aria fresca)
tu sinz parfint il cjant dal rusignűl (senti perfino il canto dell’usignolo)
pal mont chest cjant par simpri al reste (per i monti questo canto resterŕ per sempre
par dî ce bjčl ch’al č il Friul (per dire che bello che č il Friuli)

Torna al Sommario delle News